Festa di Compleanno

L'antico Egitto, intorno al tremila a.C., ha visto nascere i primi festeggiamenti di nascita. Originariamente tali feste erano riservate agli antichi faraoni e quindi i festeggiamenti erano da considerarsi eventi rari. Dall'alto della loro "bontà", i faraoni consentivano anche a servitori e schiavi di partecipare ai festeggiamenti che consistevano in abbondanti banchetti regali.
Questa festa, inventata dagli egizi, fu successivamente copiata, con le varianti dovute alla differente cultura, da Greci e Romani. L'elemento comune dei festeggiamenti di popoli diversi era l'esclusività di questi eventi: si festeggiavano solo i compleanni di nobili, uomini di stato e divinità. La tradizione del celebrare i compleanni ha vissuto alti e bassi nel corso di questi secoli finchè, verso la fine del XII secolo, le chiese parrocchiali di tutta Europa iniziarono a registrare la data di nascita di uomini, donne e bambini.
Tale rivoluzione burocratica consentì ai contadini tedeschi, ideatori della moderna festa di compleanno, di inserire saldamente la "kinderfeste" nel panorama delle festività più importanti. Come funzionava originariamente la "kinderfest"? Il festeggiato veniva svegliato con una torta ornata di candeline (una in più dell'età effettiva) che veniva poi gustata alla sera al termine della cena. Già allora esistevano gli elementi caratteristici del compleanno moderno: torta, candeline e regali.
La celebrazione della nascita è divenuta parte integrante della cultura di Egizi, Greci, Romani e tedeschi ... potevamo mancare noi italiani quando si tratta di far festa? No di certo, ed allora vi abbiamo preparato diverse tipologie di festa in base a gusti e possibilità di spesa

Torna all'Indice